img-20170104-wa0000

Grazie al taekwondo ho battuto il cancro e le difficoltà della vita

Claudia Sirignano 43 anni di Minturno (Lt) – Sembra gracile e indifesa ma dentro ha tanta forza da mettere al tappeto avversari di ogni genere e terribili come il cancro. Claudia, madre di tre figli, ha trovato nel taekwondo di cui è stata campionessa mondiale, lo strumento per avere la rivalsa su una vita difficile che non le ha risparmiato nulla. img-20170103-wa0005

La battaglia più dura, però, l’ha combattuta l’anno scorso, non su un tatami, quella sorta di ring su cui affronta le avversarie, ma in una sala operatoria dove le è stato asportato un tumore dall’utero. “Gli incontri più duri – dice Claudia – non si combatto in palestra ma nella vita e bisogna avere la forza per affrontarli. Quando ho scoperto di essere malata di cancro mi è caduto il mondo addosso ma il taekwondo mi ha insegnato fin da giovanissima che la forza e il coraggio per affrontare situazioni difficilissime vanno cercate all’interno di noi stessi”.

img-20170103-wa0008

Allenamenti durissimi e scontri sul tatami protetti ma violenti che insegnano a gestire in egual misura la prudenza affinché non diventi paura, e l’aggressività affinché non diventi violenza.

Claudia, infatti, è nata in Germania da madre siciliana e da un padre Campano che lei definisce violento. “A 14 anni – ricorda Claudia – ho cominciato a frequentare i taekwondo con il desiderio di imparare a difendermi da mio padre. Ho imparato non solo la tecnica, ma ho allenato il mio spirito ad affrontare quelle difficili situazioni scoprendo il coraggio che altrimenti non avrei saputo trovare”.

img-20170103-wa0009

Un allenamento che le è stato utile per tutta la vita, dato che a 17 anni, la sua famiglia è tornata in Italia e compiuti i 18 anni, Claudia è andata via di casa. In quel periodo di forte debolezza ha conosciuto un uomo di Minturno che ha sposato dopo poco diventando madre di tre splendide ragazze che oggi hanno 18, 20 e 22 anni, tutte cintura nera di taekwondo e allenatrici.

Dopo 12 anni di un complicato matrimonio, il rapporto è finito e Claudia, per sostenere se stessa e le figlie, si è aggrappata all’unica certezza che le restava: il taekwondo. “Nel  frattempo avevo studiato – racconta – e avevo superato gli esami necessari per ottenere la qualifica di Maestro. Nel 2011 a Formia ho aperto la mia prima scuola che porta il mio nome. Avevo già vinto il mio primo campionato nazionale e tre mesi dopo l’inaugurazione della scuola ho partecipato al campionato Europeo conquistando la medaglia d’argento”. Tutto sembrava andare per il meglio e nel 2012 la grande affermazione al Mondiale. “Mi stavo preparando per il Mondiale successivo ma ad inizio anno ho iniziato a sentire qualcosa di anomalo. Non dolori o perdite di sangue, solamente una sensazione che mi ha spinto a farmi fare visite ed analisi”.

Ha scoperto così di avere un tumore all’utero. “I medici sostengono che quel cancro non da avvisaglie e che quindi non potevo essermene accorta. Evidentemente, mi hanno detto, ho una perfetta conoscenza del mio corpo”. Una conoscenza che le ha salvato la vita e le ha dato gli strumenti, il tempo innanzitutto, per poter sconfiggere il tumore.

L’operazione, infatti, è andata benissimo e due giorni dopo Claudia era già in palestra. “Purtroppo ho dovuto rinunciare ai mondiali australiani. Vuol dire che avrò più tempo per prepararmi ai prossimi mondiali”

L’intervista di Claudia e di altri peronaggi come lei è raccoltanel libro Facce di Vita.

Oltre a comprarlo sul sito YouCanPrint o Amazon, lo si può ordinare e ricevere allo stesso prezzo in qualsiasi libreria Mondadori o compresa nella mappa di Youcanprint. Vi arriverà in pochi giorni.

A Cassino lo si trova all’edicola di Vittorio, sotto ai portici in corso della Repubblica.

A Velletri lo trovi all’edicola Marzorelli in Viale Oberdan

Lo si può acquistare con bonifico di 10 euro al codice iban IT65Q0760105138282904282908 (beneficiario Ermanno Amedei), inviando dati per la spedizione all’indirizzo di posta elettronica faccedivita@libero.it.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *