Yannis Reloud

“Trasformo in radio tutto ciò che tocco”

Yannis Reloud, 46 anni di Corato (Ba) – Trasforma in radio tutto quello che tocca. Non è una dote quella di Yannis Reloud, originario di Corfù ma da anni residente a Corato, ma è certamente singolare passione.

Di mestiere fa il tecnico di ripresa e regia a Video Italia Puglia, un canale televisivo pugliese, ma il suo vero interesse è per le radio, inteso proprio come strumento radiofonico. Infatti riesce a trasformare qualsiasi oggetto che nasconde un minimo di spazio all’interno, in uno strumento che riproduce musica o riceve le frequenze delle stazioni radio. “Non è difficile, serve solo fantasia – dice il re Mida delle radio – basta che l’oggetto abbia al suo interno lo spazio sufficiente per montare l’amplificatore, le casse acustiche ed il gioco è fatto”.

cassone musicale

La particolarità sta nel sentire musica che arriva da valige, borse, scatole di champagne, barili, macchine per cucire, cassoni della nonna o custodie di violini; oggetti che solitamente hanno ben altre funzioni. “Il lavoro che più mi ha dato soddisfazioni, a cui sono affezionato più che ad altri, è la radio che ho realizzato usando come contenitore una grossa conchiglia di mare, di quelle di tipo elicoidale. La sua forma si presta perfettamente allo scopo – dice Yannis – ma qualsiasi oggetto può tornare utile”. La tecnologia permette alla fantasia ci sbizarrisi e di superare il semplice concetto di radio per realizzare oggetti o strumenti di sicuro effetto. Una scarpa può, quindi, trasformarsi in un lettore di pen drive, oppure una vecchia valigia sistemata in un angolo del soggiorno che, grazie al bluetooth collegato ad un telefonino, può diventare anche una cassa acustica che diffonde musica o amplificare telefonate.

pneumatico musicale

Fantasia che a lui certamente non manca e che gli permette di trovare semplici ma sorprendenti soluzioni. “Ho cominciato molti anni fa quando da giovani avevamo l’esigenza di portare la musica in spiaggia a Corfù. La difficoltà era l’alimentazione e le batterie che si scaricavano ma ci vennero in aiuto i pannelli fotovoltaici. Poi realizzai per alcuni locali radio in terracotta utili perchè, non temendo le intemperie, potevano rimanere all’aperto anche dopo l’orario chiusura”. Arrivato in Italia ha iniziato a lavorare come tecnico per un canale televisivo e tra una ripresa e l’altra, ha spolverato la sua vecchia passione.

botte sonora

“Qualche anno fa ripresi quell’interesse agevolato dalle nuove tecnologie. Principalmente adopero vecchie valigie, di quelle rigide. A me piaceva farlo, e ai miei amici, piaceva l’idea, quindi ho realizzato alcuni pezzi curiosi e li ho portati in giro per un paio di fiere”. Un successo inaspettato. “Da allora, tramite il semplice passaparola tra amici e conoscenti, mi sono arrivate richieste di ogni genere”. Il costo varia e molto dipende dall’oggetto che si vuole avere come radio. C’è chi gli ha chiesto di trasformare in radio e cassa acustica la costosa custodia di un violino. Un pezzo praticamente unico e che fa un certo effetto sentire musica che emette.

custodia violino

Trasformare è proprio il termine esatto per descrivere ciò che fa Yannis. Compone radio, ma sostanzialmente trasforma la funzione di un oggetto in una funzione diversa conservandone la forma. Anche questo, in una certa misura, è rispetto per l’ambiente perché rientra nella fattispecie del riciclo dei rifiuti. E’ certamente un livello più nobile, ma molte cose che Yannis ha trasformato in radio, sarebbero state destinate alla discarica. Una produzione che Yannis sembra voler spingere ampliando l’offerta anche alla televisione o alla visione di immagini video.

valigia cassa stereo

“Vorrei far salire di livello tecnologico questa mia passione – spiega anche il tecnico 48enne illustrando i suoi progetti – i componenti per i video sono diventati talmente piccoli ed economici che permettono di fare cose incredibili e impensabili appena qualche anno fa. Sto progettando come cominciare a trasformare le cose non solo in radio, ma anche in video e, perché no, in televisori”. C’è da scommettere, quindi, che Yannis, oltre a farci ascoltare musica da una conchiglia, sarà capace anche di farci vedere un film da un tostapane.

Ermanno Amedei
Faccedivita.it – Vietata la riproduzione anche parziale di foto e testi

I personaggi di Facce di Vita  sono raccontati anche in un libro.  Oltre a comprarlo sul sito YouCanPrint o Amazon, lo si può ordinare e ricevere allo stesso prezzo in qualsiasi libreria Mondadori o compresa nella mappa di Youcanprint. Vi arriverà in pochi giorni.

facce-di-vita2

A Cassino lo si trova all’edicola di Vittorio, sotto ai portici in corso della Repubblica.

A Velletri lo trovi all’edicola Marzorelli in Viale Oberdan

Lo si può acquistare con bonifico di 10 euro al codice iban IT65Q0760105138282904282908 (beneficiario Ermanno Amedei), inviando dati per la spedizione all’indirizzo di posta elettronica faccedivita@libero.it.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *